[Cc-it] Re: Il mio parere contro la quota associativa

Ado Pieretti cc a copyzero.org
Sab 14 Ago 2004 09:06:44 EDT


Lorenzo De Tomasi Scrive:
> Se sapessi che a CC.it effettivamente mancano 1.000 euro per fare fronte 
> alle spese ordinarie di gestione, credo che non avrei problemi a donare 
> una somma in denaro compatibilmente con le mie disponibilità. Non è poi 
> escluso che qualcuno con disponibilità superiori alle mie possa estinguere 
> totalmente il debito.

Condivido: il quel modo aggiungi l'elemento *"proporzione"* ed operi con 
*"equità"* (non basta distinguere tra lavoratori e non lavoratori). 


> Credo che donare denaro o collaborare non dovrebbe renderti 
> automaticamente socio.
> Collaborare o fare una donazione dovrebbe essere una condizione 
> fondamentale per diventare socio?

Se usiamo la formula associativa "classica", c'è una distinzione tra il 
socio-membro del Consiglio, ed il semplice associato. Tutti i soci formano 
l'Assemblea: l'Assemblea elegge il Consiglio Direttivo, il Consiglio elegge 
il Presidente. Spesso (soprattutto nelle piccole associazioni) viene 
introdotta una clausola del tipo "almeno la metà dei membri del Consiglio 
deve essere scelta tra i soci fondatori": per evitare che uno si faccia un 
mazzo così per fondare un'associazione e poi, alla prima occasione, venga 
messo alla porta dall'ultimo arrivato (e magari anche incompetente). :-D 


Ciao, Ado. 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it