[Cc-it] Chi ruba il sapere a chi?

DAVIDE MERONI meronidavide a libero.it
Mer 28 Apr 2004 11:04:05 EDT


Leggevo su un giornale poco tempo fa una dichiarazione di un noto 
esponente di una altrettanto nota casa editrice, di cui non farò il 
nome,in cui si parlava di "furto del sapere",rivolto verso quelle 
persone che fotocopiano parti di libri,soprattutto testi 
universitari.Da allora gran parte dei miei pensieri sono rivolti verso 
quella dichiarazione...Mi chiedo se non sia più "sleale" far pagare 
cifre assurde per libri considerati di fondamentale importanza in certi 
ambiti!!!E mi riferisco anche al diritto all'informazione degli 
utenti.Non avendo una conoscenza perfetta dell'inglese ho molte meno 
possibilità di leggere testi che in Italia non sono mai stati 
pubblicati e che forse non lo saranno mai...Pubblicando libri 
attraverso le licenze Creative Commons,le libere traduzioni si 
moltiplicherebbero in breve tempo,rendendo disponibili in svariate 
lingue una notevole quantità di materiale che ora è accessibile 
solamente a chi è in possesso di un ottimo inglese.Per questo credo che 
lo sviluppo di contenuti aperti sia fondamentale per limitare 
l'esclusione dall'accesso all'informazione,per evitare che il sapere,la 
conoscenza siano vincolati e direttamente proporzionali al 
profitto,perchè è impensabile un mondo dove la conoscenza di una 
persona è vincolata alla disponibilità economica che essa possiede!!!



Maggiori informazioni sulla lista cc-it