[Cc-it] Re: Cc-it Digest, Vol 2, Issue 21

tom montrellune a teatre.com
Lun 29 Dic 2003 08:56:57 EST


>>Danilo Moi:Penso proprio di no.
>>Il pubblico dominio  la forma pi alta di "difesa" di un'opera dato che 
>>essa diventa di tutti.

E' proprio qui che non ci capiamo. Legalmente (io mi occupo di questo, ma non vuol dire che qualcuno degli esperti veri e propri non possa intervenire nelle nostre discussioni), nel dominio pubblico un'opera vi rientra solo dopo la scadenza del periodo di protezione (70 anni dopo m. d. aut.) In questo caso la opera non è appropriabile da nessun altro, in quanto verrebbe meno un requisito fondante il diritto d'autore, e cioè la originalità (sarebbe facilmente dimostrabile che l'opera esisteva già e che io la ho copiata).  Far rientrareun'opera nel pubblic domain istantaneamete, non riesco a capire cosa voglia dire, per me non ha senso.; tenendo in considerazione che c'è differenza fra domninio pubblico e anonimato: un'opera può essere pubblicata anonimamente, ma ciò non significa che questa sia di dominio pubblico, rimanendo sempre nei diritti dell'autore tutte quelle prerogative concessegli per legge.
Da un punto di vista sociale, è necessario colmare il divario con la terminologia legale, nel senso che se stiamo parlando della stessa cosa e siamo pressochè d'accordo non è possibile perdere tempo con  problemi legati all'uso di termini.

_____________________________________________________________
<---o0o--->
Aconsegueix el_teu_email a teatre.com gratuÏtament a http://teatre.com
 :-))-:



Maggiori informazioni sulla lista cc-it