[Cc-it] Paper per un convegno a Milano

detomasi.liste a libero.it detomasi.liste a libero.it
Gio 4 Dic 2003 12:46:10 EST


Ho buttato giù una prima bozza per il paper che Antonio porterà ad un convegno a 
Milano in cui sarà relatore. Ad esso allegherò la traduzione italiana del fumetto CC.

Vi prego di visionare la bozza, di correggerla e commentarla e di aggiungere 
eventuali proposte per ampliare il discorso. In particolare chi appartiene ai siti citati in 
fondo è pregato di scrivere un'introduzione oggettiva.

Grazie :-)

Saluti,
Lorenzo
____________________
L'obiettivo di Creative Commons è accrescere il numero di opere creative condivisibili e 
modificabili.                                                         Attraverso le licenze e altri 
strumenti legali, Creative Commons permette agli autori di tutelarsi legalmente e, 
contemporaneamente, di concedere ai fruitori delle proprie opere alcune libertà che 
contribuiscono ad accrescere la diffusione della conoscenza.

Creative Commons.it fa parte del progetto International Commons e nasce dalla 
collaborazione di alcuni volontari. Le partner institution ufficialmente riconosciute da 
CreativeCommons.org sono il CNR-IEIIT e il Politecnico di Torino.
Il nostro obiettivo primario è contribuire a diffondere i principi di Creative Commons in 
Italia.

Attualmente il nostro primo compito è rendere le licenze di Creative Commons 
compatibili con la legislazione italiana. Questa fase del progetto sarà coordinata dal 
Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Torino ed avrà il Prof. Marco Ricolfi 
come Project Lead.
Chiunque può scaricarsi la bozza della traduzione italiana della licenza, partecipare al 
dibattito e offrire il suo contributo iscrivendosi alla lista cc-it a lists.ibiblio.org
Stiamo invitando alcune persone, enti e società che potrebbero fornire un valido 
contributo al progetto. Se hai hai le competenze necessarie e vuoi offrirci il tuo aiuto:
- Scarica la bozza della traduzione della licenza in  formato Rich Text Format 
dall'indirizzo http://creativecommons.org/projects/international/it/translated-license
- Iscriviti alla lista di discussione all'indirizzo http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-
it/
- Invia le tue osservazioni e correzioni all'indirizzo e-mail cc-it a lists.ibiblio.org. 

Un altro compito primario è quello di informare e coinvolgere gli autori, gli editori, le 
imprese, le associazioni e le istituzioni italiani per portarli a considerare seriamente la 
possibilità di rilasciare le loro opere sotto le licenze Creative Commons.
A questo scopo stiamo preparando un sito tutto italiano grazie all'apporto di alcuni 
volontari. Non sarà una semplice traduzione del sito ufficiale americano: avvieremo 
alcune sezioni incentrate sulla realtà del nostro paese, come la raccolta e la recensione 
delle opere italiane rilasciate sotto licenza CC. Stiamo anche elaborando delle proposte 
di progetti concreti da proporre agli autori.
Se vuoi contribuire allo sviluppo del sito inviaci un'e-mail all'indirizzo cc-
it a lists.ibiblio.org

Stiamo discutendo anche su alcune proposte dirette alle specifiche tipologie di autori 
(musicisti, scrittori, ecc.) per spronarli a sperimentare un modello di business basato su 
una maggiore condivisione della conoscenza.

È ragionevole aspettarsi che i contenuti creativi marchiati con le Ccpl (Creative 
Commons Public Licenses) vivranno principalmente sulla Rete in formato digitale. 
Diventano, quindi, di grandissima rilevanza problemi come l'inserimento delle licenze in 
formato elettronico (license metadata embedding), la creazione di motori di ricerca in 
grado di selezionare i risultati anche sulla base delle licenze associate ai contenuti, lo 
sviluppo di player multimediali che identifichino e presentino all'utente le licenze 
associate a file Mp3 o Mpeg-4. L'Ieiit-Cnr è interessato
a tutti gli aspetti tecnici, e in particolare è già attivamente impegnato nello sviluppo di 
un client di streaming multimediale "Ccpl-enabled".
Juan Carlos De Martin, ricercatore primario Ieiit-Cnr, è il coordinatore dei progetti 
tecnici.

Stiamo anche iniziando a prendere in considerazione la possibilità di realizzare una vera 
e propria comunità per lo sviluppo collaborativo e la condivisione di opere protette da 
licenze Creative Commons o complementari ad esse (ad esempio Gnu-Gpl). Un primo 
passo sarebbe la realizzazione di un motore di ricerca e archivio (directory) di opere 
rilasciate sotto Ccpl che il progetto CommonContent.org al pieno delle sue potenzialità.
Lorenzo De Tomasi nella sua tesi di laurea ha analizzato questa possibilità ed ha 
progettato il prototipo per l'interfaccia web di questo strumento.

________________________________________________________
Siti italiani rilasciati sotto licenze Creative Commons:

Antenati
http://www.girodivite.it/antenati/antenati.htm
Un sito che raccoglie e permette di consultare liberamente oltre 10 mila schede sulla 
letteratura europea, in progressione cronologica ragionata                      secondo un 
percorso "storico".

copyDOWN

Indymedia Italia
italy.indymedia.org
Uno dei più importanti network di informazione indipendente in Italia, ha adottato la 
licenza CC Attribution-ShareAlike.

L'Erroneo

Lauragua artstyledesign
http://www.lauragua.com/
Il sito personale di Laura su cui potete trovare informazioni sulle sue esperienze 
professionali, sulle sue aspirazioni e sulla sua vita.

newbrainframes.org
ngvision
open-economy.org
rekombinant.org




Maggiori informazioni sulla lista cc-it