[cc-it] commerciale, non commerciale, commerciale, non commerciale...

Nicola A. Grossi nag a area01.org
Gio 28 Feb 2008 07:15:09 EST


Parlavo della definizione di non commerciale contenuta nelle licenze CC, 
argomento che su questa lista, in cui sei arrivato da poco (deduco) è
stato trattato molte molte volte.
Quindi, sarebbe buona cosa non mescolare i thread (e soprattutto i 
concetti), anche perché gli argomenti che non riguardano le licenze sono 
off topic sulla lista cc-it.

Buon proseguimento.

bye
nag


Davide d'Atri ha scritto:

> Grazie a Nicola Grossi per aver dato il suo contributo al mio post.
>
> vorrei "stuzzicare" con 3 punti:
>
> 1- non commerciale/commerciale non mi sembra un argomento "trito" come 
> Nicola afferma. é invece un argomento molto interessante e moderno. Il 
> cc ha infatti aperto possibilità non facili da perseguire con il 
> copyright. Ci sono svariati milioni di utenti che si muovono tra il 
> non commerciale e commerciale in molti casi senza indicazioni precise. 
> é quindi un segmento del mercato ancora poco esplorato. Aspettatevi 
> varie start up che tenteranno di "entrare" questo mercato.
> 2- mi sembra chiaro che commerciale e non commerciale non si può 
> ridurre a "scopo di lucro diretto". Altrimenti la pubblicità in 
> televisione sarebbe non commerciale! é chiaro che la definizione deve 
> considerare anche lo scopo di lucro indiretto e quindi la 
> promozione/pubblicità che l'utente ne guadagna. L' argomento diventa 
> quindi molto più complicato.
> 3- a mio parere è affascinante trovare un collegamento tra non 
> commerciale e commerciale. A beatpick.com <http://beatpick.com> ci 
> capita molto spesso che un progetto non commerciale diventi commerciale.
>
> un paio di esempi eclatanti:
> 1) Qualche settimana fa un artista ha usato la nostra musica per 
> riprendere un'installazione da lui fatta per scopi chiaramente 
> commerciali. (committente era British Airways). L'artista è stato 
> pagato da British Airways per l'installazione ma il video non era 
> richiesto. Lui ha quindi ritenuto che il video fosse non commerciale. 
> Ci siamo però sentiti con l'artista e lui ha concordato in un secondo 
> momento che il video da lui fatto è commerciale e ha quindi comprato 
> una licenza a BeatPick.com per la nostra musica. Il video ha ora più 
> di 380mila profile view su youtube....
> http://www.youtube.com/watch?v=42hgPLL8IrA
> é questo video da considerare solo popolare... come Nicola afferma?... 
> secondo noi no.
>
> 2) c'è stata un grande polemica intorno a questo video satirico sulla 
> silicon valley.
> http://www.techcrunch.com/2007/12/15/misunderstanding-copyright-law-and-ruining-everyones-fun/
> La storia è lunga e non mi sento di raccontarla nei dettagli per 
> oggi.. su techcrunch trovate tutto...
> ma in poche parole questo video satirico usava fotografie ed altri 
> contenuti trovate su internet. il video ha avuto un massive viral 
> distribution... i fotografi hanno chiesto a gli autori del video un 
> compenso economico (gli autori sono una sconosciuta - adesso non più! 
> - band)... inutile dire che intorno alla questione si è scatenata una 
> "guerra" ideologica.
> da notare però l'ultima frase di questo post sull'argomento di 
> Shonfeld (techcrunch)
> http://www.techcrunch.com/2007/12/20/fair-use-vs-free-speech-in-the-internet-age-the-lane-hartwell-problem/
> "Now all we need is a startup to put such a licensing registration 
> system into place. Any takers?"
>
> caro nicola ..l'argomento è tutt'altro che trito... aspettatevi 
> sviluppi e vari "takers..."
>
> Altre opinioni?
>
> Buona giornata a tutti!
> Davide d'Atri
> BeatPick.com
>
> www.linkedin.com/davidedatri <http://www.linkedin.com/davidedatri>
>
> I am listenting to: http://www.beatpick.com/OHN
>
>
>
>
>
>
>
> 2008/2/27 Nicola A. Grossi <nag a area01.org <mailto:nag a area01.org>>:
>
>     Avete presente l'innamorato con la margherita?
>     "M'ama, non m'ama, m'ama, non m'ama... ".
>     Ecco, in giro ci sono molti innamorati delle cc-nc, i quali,
>     tutti i giorni, sfogliano la margherita:
>     "E' commerciale, non è commerciale, è commerciale, non è
>     commerciale... ".
>
>     E tutto questo accade per due righe di licenza che dicono:
>     "primarily intended for or directed toward commercial advantage or
>     private monetary compensation"
>     (nella versione italiana: "prevalentemente intesa o diretta a
>     perseguire
>     un vantaggio commerciale o un compenso monetario privato").
>
>     Siccome le licenze cc riportano, leggermente modificati, alcuni
>     pezzi di
>     codice USA, speravo che i loro redattori avessero copiato e incollato
>     anche la definizione di non commerciale (in tal caso avremmo avuto un
>     riferimento normativo chiaro), invece sembra che la definizione sia
>     "originale".
>
>     Tuttavia abbiamo a nostra disposizione una sorta di "interpretazione
>     autentica":
>     negli "appunti di lavoro" di cc.it <http://cc.it>, infatti, si
>     affermano due cose (tra
>     loro correlate):
>     1. la nozione di "fine di lucro" ex LdA è più ampia di quella di
>     sfruttamento commerciale così come descritta nelle licenze cc;
>     2. lo scopo di lucro indiretto (si fa l'esempio del fine
>     promozionale) è
>     compatibile con una licenza cc-nc.
>
>     Come sapete il lucro è una species del genus profitto.
>     A sua volta il lucro può essere diretto o indiretto, a seconda che,
>     rispettivamente, vi sia o non vi sia un compenso monetario (per citare
>     la stessa cc-nc).
>
>     Secondo l'"interpetazione autentica", quindi, l'ambito del non
>     commerciale è da limitarsi allo scopo di lucro e, più
>     precisamente, allo
>     scopo di lucro diretto.
>
>     Questa interpetazione mi sembra assai logica e coerente in quanto, nel
>     testo della licenza cc-nc si usa l'avverbio "prevalentemente".
>     Ragionando ab contrariis, dobbiamo chiederci: che differenza c'è tra
>     fine prevalentemente commerciale e fine non prevalentemente
>     commerciale?
>     La risposta è semplice: la differenza è la stessa differenza che
>     intercorre tra scopo di lucro diretto e scopo di lucro indiretto.
>
>     Se così non fosse, ci troveremmo davanti all'impossibilità di fatto di
>     utilizzare una lienza cc-nc, perché qualsiasi opera pubblicata su
>     Internet può recare (quasi automaticamente) un profitto o uno scopo di
>     lucro indiretto a chi la utilizza.
>
>     Quindi, il mio invito, è quello di smettere di sfogliare la
>     "margherita"
>     o comunque, nel dubbio (perché se non accetate questa interpretazione
>     restate pur sempre nel dubbio), tenete sempre ben presente
>     l'ipotesi più
>     scomoda:
>     evitate, ad esempio, di rilasciare con licenza cc le vostre opere
>     se non
>     volete che altri le utilizzino per farsi pubblicità o, più
>     genericamente, per profittarne.
>
>     Questo è il mio ultimo post sul trito e ritrito argomento.
>     Adesso ricominciate pure a sfogliare la margherita. :-)
>
>     bye
>     nag
>     _______________________________________________
>     cc-it mailing list
>     cc-it a lists.ibiblio.org <mailto:cc-it a lists.ibiblio.org>
>     http://lists.ibiblio.org/mailman/listinfo/cc-it
>
>




Maggiori informazioni sulla lista cc-it