[Cc-it] Re: disclaimer

Nicola Alcide Grossi copernico a larivoluzione.it
Gio 11 Nov 2004 14:28:10 EST


Thomas Margoni Scrive: 

> Le mie riflessioni su tale passaggio sono le seguenti: 
> 
> Se siamo stampa periodica (e non siamo questo) allora probabilmente 
> rientriamo nella leggislazione sull'editoria, come confermato da alcune 
> iscrizioni al registro tenuto nel tribunali di altri pubblicatori di 
> stampa web (interlex per esempio). Questo comporta pregi e difetti, ma 
> comunqwe non è il nostro caso (responsabilità civile e penale di autori, 
> editori, direttori, diritto alla cronaca.........) 
> 
> Se non lo siamo è prassi di alcuni siti (monti) ma non di altri (assoli) 
> indicari chi procede al controllo dei contenuti, e pertanto chi è il 
> responsabile delle pubblicazioni etc.

Il sito dell'Avv. Monti, proprio perché *non è un prodotto editoriale*, 
riporta il disclaimer *per intero*, non solo la seconda parte (che tra 
l'altro si può omettere). 


> Siccome non ero sicure della utilità di ciò lo ho inserito. Ma l'ostacolo 
> reale a questa clausola nella versione definitiva del disclaimer (almeno 
> l'attuale) è che a chi imputiamo questa responsabilità? Associazione, 
> persone, cose .........

Puoi fare a meno della seconda parte del disclaimer. 


> Secondo me, al momento è meglio omettere tale passaggio, è casomai 
> inserirlo più avanti, quando avremo le idee + chiare al riguardo.

L'inserimento o il non inserimento di quel disclaimer mi lasciano entrambi 
indifferente: ciò che non mi ha lasciato indifferente è stato il sentir dire 
che l'inserimento di quel disclaimer sarebbe eccessivo ed inutile. 


> Siamo un continuo divenire.

Panta rei, anche il diritto. E proprio per questo non possiamo fare finta 
che non si occupi di noi. :) 

 

Saluti (cc)opernicani, Nicola. 

________________________________________ 

e-mail: nicola.grossi at creativecommons.it 




Maggiori informazioni sulla lista cc-it