[Cc-it] Re: Marchio registrato vs copyright: chi vince?

Ado Pieretti cc a copyzero.org
Gio 22 Lug 2004 12:22:20 EDT


> Il termine open source, nato verso la fine degli anni '90, quando Ŕ
> stato registrato non era di uso comune.

Ma anche le parole di uso comune possono essere registrate:
quel che fa la differenza Ŕ la presenza o meno del copyright.
Nel dubbio, il marchio potrebbe non ottenere la registrazione, ma potrebbe 
esserne accettata la presentazione (TM e (R) non sono la stessa cosa).
Infatti, "open source" non Ŕ un marchio registrato, ma un trademark
(questo significa che Ŕ stata accettata la richiesta, ma non Ŕ stato 
registrato il marchio). 

 

> Negri, forse, non potrebbe farne adesso un marchio registrato, 10 anni
> fa avrebbe potuto.

Difficile arrivare ad una risposta univoca: troppe variabili...
bisognerebbe tornare indietro di 10 anni e fare una ricerca di anterioritÓ 
completa. :-)
Possiamo solo dire che oggi non potrebbe. 

 

> Non Ŕ una coincidenza, semplicemente il marchio Ŕ registrato a nome di
> chi[*] qualche hanno indietro a deciso di riferirsi alla Open Source
> Definition che a sua volta derivava dalla Debian Free Software
> Guidelines. 

[*] Possibile detentore del copyright => concessione del trademark. 

 

> Non ne sono sicuro, ma se qualcuno riuscisse a dimostrare di esserne
> *effettivamente* l'autore non gli si potrebbe impedire la possibilitÓ di
> registrarene il marchio a prescindere, a questo punto, dal livello di
> diffusione del nome, del logo, ecc.

Esatto! 


Ciao, Ado.



Maggiori informazioni sulla lista cc-it